Qual è la vostra Vision?

“Ciao! sono Marcello Zeppa, consulente di marketing e comunicazione: vorrei farti una domanda specifica sul tuo business. Qual è la tua vision”?
Oggi mi sono chiesto: come mi risponderebbe un cliente, un qualunque contatto d’ affari se decidessi di fare questo mini-sondaggio? che la sua vision è guadagnare un altro milione di euro nei prossimi 12 mesi? o che aprirà presto un’ altra filiale? oppure che la sua visione è “…creare dei sistemi cognitivi che veicolano processi strategici attraverso piattaforme funzionali ed environment evoluti di business”? (quest’ ultima sicuramente me la potrebbe snocciolare se avesse usato come me il software di Dilbert, il cartoon satirico, che si trova qui …)

Ma, seriamente, temo che pochi sarebbero in grado di tratteggiare una visione del loro business nei prossimi 12/36 mesi precisa ed accurata, una “rotta” per raggiungere gli obiettivi prefissati: forse mi reciterebbero una lista di desideri e speranze…

Alcuni consulenti di Marketing statunitensi hanno calcolato che più dell’ 85% delle aziende soffre di una malattia chiamata “Tunnel Vision Marketing”. Di che cosa si tratta? E’ la cecità nei confronti della realtà del cliente, è gestire il business “alla sopravvivenza” tollerando performance marginali, è rinunciare al pensiero strategico “perché abbiamo troppo da fare a mandare avanti la baracca tutti i giorni”, è perdere la visione globale di quello che si sta facendo, è pensare che “il mio prodotto si vende da solo”…
Qualche soluzione? Ritengo che in una azienda veramente determinata a migliorare il proprio business bisognerebbe prendere tutto il tempo necessario per cercare di descrivere come questo si presenterà nei prossimi 3 /5 anni, rispondendo a delle apparentemente semplici domande, tipo:

  • quanti clienti avremo nei prossimi 36 mesi?
  • da quali mercati ci arriveranno?
  • quanti impiegati avremo?
  • quali saranno i ruoli dell’attuale management?
  • quali saranno i ruoli specifici di tutti?
  • quali strumenti useremo?
  • i nostri prodotti saranno ancora validi, o dovremo rinnovarli?
  • quali minacce al nostro business da qui a tre anni? e da qui a dieci anni?

Non una bacchetta magica, in sintesi, ma un lavoro attento (e faticoso): maggiore il grado di dettaglio, maggiore sarà la possibilità che la vision si avveri, maggiore la possibilità di vedere il proprio sogno di successo realizzarsi.

Per approfondire l’ argomento, scarica il White Paper I miti del marketing e il “Tunnel Vision Marketing” (www.brandequity.it)

Un pensiero su &Idquo;Qual è la vostra Vision?

  1. Pingback: Marketing in tempi difficili: Riflessioni di mezza estate - Brandequity Strategie e Gestione della Comunicazione

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...